Trump: “AVEVAMO DETTO AL GOVERNO SPAGNOLO CHE L’ISIS STAVA PREPARANDO UN ATTENTATO SULLA RAMBLA, MA LORO NON CI HANNO CREDUTO”

Loading...

Coro unanime di condanne sull’attentato a Barcellona. “Faremo tutto il necessario per aiutare la Spagna. Siate tenaci, siate forti, vi amiamo!”: questo il tweet di Donald Trump il giorno seguente l’attentato a Barcellona.

Ma oggi il presidente americano torna a parlare di quanto accaduto sulla Rambla, rivelando dei particolari agghiaccianti.

“LA NOSTRA INTELLIGENCE AVEVA INDIVIDUATO IL NUCLEO DELL’ISIS INSEDIATOSI A BARCELLONA E DOPO SETTIMANE DI INDAGINI SONO STATI IN GRADO DI SCOPRIRE ORA E LUOGO DELL’ATTENTATO.

HO INVIATO PERSONALMENTE UN COMUNICATO AL GOVERNO SPAGNOLO, PER FARE IN MODO CHE VENISSERO ADOTTATE TUTTE LE MISURE DI SICUREZZA NECESSARIE PER FERMARE QUESTI CRIMINALI, MA LORO NON MI HANNO CREDUTO, IL GOVERNO SPAGNOLO HA DICHIARATO CHE SUL TERRITORIO IBERICO NON C’ERANO TERRORISTI E CHE IL POPOLO SPAGNOLO NON ERA IN PERICOLO”.

Il presidente Trump si dice molto amareggiato per quanto accaduto, si tratta dell’ennesima tragedia annunciata e poteva tranquillamente essere evitata. Purtroppo negligenza e superficialità hanno avuto la meglio e come sempre a rimetterci, sono stati i cittadini, stavolta pagando il prezzo più alto.

error: Contenuto coperto da copyright